La Panissa vercellese di Elisa

La ricetta di oggi viene direttamente dal Piemonte, ce la invia Elisa @elisa.lab87 che ringrazio innanzitutto per la collaborazione e la disponibilità.

Elisa ci propone un piatto tipico della cucina tradizionale piemontese, la “Panissa vercellese”, preparata con riso e fagioli, ingredienti tipici della zona del vercellese conosciuta in tutto il mondo pe le sue risaie.

Curiosità: La Panisse,  ha origini molto antiche, si ipotizza che il suo nome derivi dal “panìgo”, una varietà povera di miglio. cereale della cucina povera contadina, utilizzato nella preparazione di questo piatto prima che, nel 1500, venisse introdotta la coltivazione del riso, ingrediente più “nobile” e con maggiori caratteristiche nutrizionali.

Della Panissa, esistono due versioni principali, quella vercellese, che proponiamo oggi e quella novarese.

Le differenze? La prima, quella vercellese, viene realizzata con riso Caldaroli o Baldo, salame della Duja (tipico salume che viene lasciato stagionare in un recipiente di terra cotta riempito di strutto), fagioli di Salluggia.

La seconda viene preparata con il riso Arborio e utilizza in alternativa ai fagioli  di Salluggia  i  fagioli Borlotti, inoltre, il salame della Duja viene sostituito con  della salsiccia.

Qui sotto la ricetta della Panissa Vercellese proposta da Elisa:

Ingredienti

  • 240 g di riso
  • 100 g di fagioli Borlotti
  • 50 g di salame
  • 50 g di lardo o pancetta
  • Rosmarino
  • Alloro
  • Cipolla
  • Olio evo

Per la cottura dei fagioli:

Una decina di ore a bagno in acqua e poi cotti in pentola a pressione per 40 minuti.

Preparazione

Soffriggete con un filo di olio la cipolla, il lardo ed il salame tagliati a cubetti.


Come pentola ho utilizzato quella in terracotta perché dona un sapore più intenso.


Aggiungete il rosmarino e l’alloro tagliato finemente.


Scolate i fagioli precedentemente cotti, e conservate il brodo.


Versate nella pentola i fagioli ed infine il riso.


Mescolate e lasciate rosolare qualche minuto facendo attenzione che non si attacchi sul fondo della pentola.


Aggiungete il brodo di cottura dei fagioli e lasciate cuocere.


Quando il riso sarà cotto aggiungete ancora un filo di olio evo, poi servite caldo

Buon appetito!

Ricetta e foto di elisa di  @elisa.lab87


(Visited 47 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *