Linguine al ragù di triglia

Mi hanno regalato delle triglie freschissime, non particolarmente grandi, che non volevo fare fritte, come spesso accade per questa tipologia di pesce, perché volevo provare ad esaltare quel gusto particolare che solo la triglia sa dare. Quindi, ispirato da una ricetta trovata in rete, ho deciso di provare a cucinare le : ” Linguine al ragù di triglia”
Pochi ingredienti, velocissima e semplice, come la maggior parte delle ricette che propongo sul blog ma gustosissima e colorata! Da provare!

Ingredienti:

1 spicchio d’aglio
2 peperoncini piccoli
3 prezzemolo ( foglie e gambi) q.b.
4 pomodorini datterini 10
5 olio EVO q.b. ( ma buono! )
6 sale q.b.
7 pepe nero in grani
1 bicchierino Campari
20 triglie piccole (se le trovate normali ne bastano 4 ( 8 filetti) per due persone )
1 carota
1 cipolla
1 costina di sedano

Preparazione:

Ho pulito le triglie, tolta testa e eviscerato il pesce, sciacquato e poi, armato di grande pazienza e di un buon coltello sfilettatore, ho sfilettato le triglie con grande attenzione per evitare al massimo residui di piccole spine che avrebbero potuto compromettere il risultato finale. Certo questo passaggio rende molto meno veloce e semplice la ricetta ma, se si hanno a disposizione triglie più grandi il lavoro è molto più facile, e poi c’è sempre l’alternativa di chiedere al vostro pescivendolo di fiducia che sfiletti lui le triglie per voi ed il gioco è fatto.
Ho messo in una ciotola d’acciaio i filetti, aggiunto con un pizzico di sale e una spolverata di pepe nero in grani macinato al momento, a finire, un filo d’olio evo. Ho coperto con la pellicola trasparente e ho messo in frigo a marinare per qualche minuto.

Ho pulito e lavato la carota e il sedano , poi li ho tritati finemente insieme alla cipolla.
In una pentola con abbondante acqua salata ho portato ad ebollizione ed ho quindi ho messo a cuocere le linguine.
In una padella antiaderente, ho fatto soffriggere uno spicchio d’aglio in un filo d’olio evo insieme ai gambi del prezzemolo, mantenendo la fiamma bassa. Appena l’aglio è risultato dorato ho tolto dalla fiamma la padella, fatto calare leggermente la temperatura, tolto l’aglio ed i gambi di prezzemolo con i quali ho profumato l’olio e aggiunto il peperoncino poi ho rimesso la padella sul fuoco. Tornata a temperatura, ho aggiunto il trito di cipolla carota e sedano e lasciato cuocere per 3/4 minuti a fiamma vivace, poi ho aggiunto i filetti di triglia che avevo marinato, lasciato cuocere girando sempre il tutto per un paio di minuti ed ho quindi sfumato con un bicchierino di Campari ( variazione personalissima, della ricetta originale che prevedeva del vino bianco, ma a me piace il profumo delle erbe del campari…. che ce posso fa?), lasciando poi che l’alcool evapori.
Ho unito quindi i pomodorini tagliati in 4 parti , aggiustato di sale e pepe e lasciato cuocere per ancora 3/4 minuti.
Quando le linguine si sono cotte, circa 10 minuti (2 minuti prima dei tempi previsti sulla confezione) le ho aggiunte al ragù di triglia.
Ho spolverato le linguine con un fine trito di prezzemolo ed ho spadellato il tutto aggiungendo poca acqua di cottura ed un goccio di olio evo alla fine.

Ho impiattato e spolverato ancora con del prezzemolo tritato al coltello.

Che dire ! Buon appetito Gente!

Linguine al ragù di triglia

(Visited 57 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *